Cos'è la Mindfulness - Viviana Dall'Ora

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cos'è la Mindfulness

Mindfulness

La Mindfulness

Fra gli obiettivi pricinpali della mindfulness c'è il prendersi cura di se stessi!
Mindfulness significa essere consapevoli e pienamente presenti a ciò che sta accadendo in questo momento, calandosi nell’istante presente. 
Il concetto di mindfulness, affonda le sue radici principalmente nelle tradizioni contemplative buddiste. Il nome inglese mindfulness deriva dalla parola Sati, termine in lingua Pali che si può tradurre come “consapevolezza” “attenzione presente e attiva”

I neuroscienziati hanno stabilito che i pensieri e le emozioni sono realmente interconnessi con la fisiologia del corpoIl nostro corpo reagisce allo stress innescando una serie di risposte fisiologiche. La maggior parte dello stress che viviamo deriva principalmente da minacce reali e immaginarie alla nostra posizione sociale, frustrazioni, aspettative, preoccupazioni quotidiane. Le reazioni fisiche e psicologiche causate dallo stress cronico provocano tensioni muscolari, ansia, nervosismo, palpitazioni, ipertensione, indebolimento del sistema immunitario, disturbi digestivi, mal di testa e mal di schiena cronici, disturbi del sonno, depressione.

La mindfulness insegna a prestare attenzione in modo specifico con intenzionalità, al momento presente e senza giudizio, ci aiuta a vivere consapevolmente il presente, ricoprendo così un ruolo significativo nel potenziare il benessere psicofisico della persona.

La pratica offre una serie di benefici, aumenta la qualità della vita sia sul piano dell’esperienza interiore sia sul comportamento esterno. La sua applicazione quotidiana oltre a prevenire la depressione, influisce positivamente sugli schemi cerebrali che stanno alla base dell’ansia, dello stress e della rabbia.
migliora la creatività, la memoria e le relazioni personali
identificare le emozioni riconoscendole, sentendole nel corpo, tenere sotto controllo anche le emozioni più impegnative o più negative
- sviluppare il pensiero non giudicante
- migliorare la serenità e la fiducia
- aumentare l’attenzione al presente, il qui e ora, senza giudizio, accettando le emozioni e i legami tra pensieri, emozioni, atteggiamenti
- diminuisce i livelli di stress
- prestare attenzione e scegliere dove dirigerla (aumento della concentrazione e della consapevolezza) 
- rendere più lucida la mente e migliorare come conseguenza la capacità decisionale
- diminuisce l’impulsività abbandonando i comportamenti impulsivi e le risposte e le reazioni automatiche che mettiamo in atto                                                                                                                                                                                    
- accresce l’autostima e le capacità cognitive
- sviluppa la capacità di ascolto verso se stessi e verso gli altri
- riduce il dolore (non agisce sui contenuti dolorosi, interni o esterni, ma sulla relazione che abbiamo con essi)
- migliora la funzione immunitaria grazie all'effetto opposto a quello di risposta allo stress 

La mindfulness è qualità ordinaria, naturale, universale, disponibile per ogni essere umano: non bisogna fare qualcosa in più per raggiungerla, ma qualcosa in meno, cioè smettere le abitudini nocive.
La pratica della mindfulness porta progressivamente a comprendere che il giudizio e il confronto, seppur necessari in alcuni casi, non occupano il primo posto, contrariamente a quanto la società di oggi ci fa credere.
La mindfulness aiuta a vivere la vita com’è, con accettazione consapevole, a liberarsi dalle preoccupazioni inutili e dal giudizio.
Non significa rassegnarsi, accettare l’inaccettabile, farsi prendere dalla pigrizia o non fare nulla, al contrario significa riprendere in mano le redini della propria vita per capire cosa è davvero importante.


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu